Trattamento delle vene varicose

VeinCLEAR™
La soluzione efficace e veloce per il trattamento delle vene varicose

 

RF MEDICAL TRATTAMENTO DELLE VENE VARICOSE

Il trattamento con la radiofrequenza è il Gold Standard per la cura delle varici degli arti inferiori (1) ed è indicato per i pazienti che soffrono di varici causate da un'insufficienza venosa del tronco della vena grande safena.
È una tecnica chirurgica mininvasiva, semplice e con modeste complicanze post operatorie. Può essere effettuata in ambulatorio o in regime di Day Hospital.

Attraverso il riscaldamento tramite Radio Frequenza dei cateteri dedicati VVT si ottiene la denaturazione delle proteine che costituiscono il collageno della parete venosa, provocandone il collasso e la retrazione che porta all’occlusione della vena trattata.

(1) The care of patients with varicose veins and associated chronic venous diseases: Clinical practice guidelines of the Society for Vascular Surgery and the American Venous Forum.

Trattamento delle vene varicose
Trattamento delle vene varicose

VANTAGGI

  1. Minima Invasività
  2. Unica sessione operatoria
  3. Non richiede anestesia generale
  4. Poco dolorosa
  5. Basso indice di complicanze
  6. Elevato successo terapeutico

 

DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA

 

Studio Ecografico delle vene degli arti inferiori e del comportamento emodinamico del reflusso venoso.
(Img.1 - Img.2)

Fase 1

Img.1

Fase 2

Img.2

Fase 3

Img.3 - Si esegue una piccola incisione attraverso la quale viene isolata la vena safena interna e si introduce il catetere sino alla confluenza della safena nella vena femorale all'inguine.
La corretta posizione della punta del catetere viene verificata tramite ecocolordoppler.

Fase 4

Img.4 - Posizionato il catetere a 2 cm dalla confluenza, si esegue, sotto guida ecografica, l'anestesia locale.

Fase 5

Img.5 - L'anestetico è iniettato all'interno dello sdoppiamento della fascia femorale superficiale, rendendo la procedura totalmente indolore ma anche impedendo che la temperatura della procedura possa determinare danni ai tessuti circostanti.

Fase 6

Img.6 - A questo punto il catetere viene riscaldato a 120 °C per 20 secondi, poi viene ritirato per 7 cm e nuovamente riscaldato per 20 secondi.

Fase 7

Img.7 - La procedura avviene quindi, step by step, di 20 secondi in 20 secondi sino al completamento della vena.
Si raccomanda un overlaping di 0,5 cm tra una fase e l'altra.

Fase 8

Img.8 - I markers esterni permettono una tecnica retrograda controllata. In circa 3-5 minuti l'intervento è portato a termine e la vena è occlusa immediatamente.